CAI Alatri - Via dei Manni, 10 - 03011 Alatri (FR)

4° TAPPA “COLLEPARDO – VEROLI”

Lunghezza totale km 17,8 km
Altezza alla partenza 615 m slm
Altezza all’arrivo 585 m slm
Tempo di percorrenza: 4 h 10 min
Dislivello salita: 471 m
Dislivello discesa: 463 m

Percorso lungo ma affatto faticoso, rilassante e panoramico costeggia la Valle del Cosa prima e spazia sulla Valle del Sacco poi. Quasi del tutto su strada asfaltata o strade carrabili bianche di campagna, fatto salvo qualche tratto su terreno pietroso e sconnesso. Ottima presenza di acqua sia alla partenza (riempire sempre la borraccia di 1lt), che durante la tappa.
Dalla fontanella vicino il crocifisso, nel centro di Collepardo, ci avviamo verso sulla strada a sx che conduce al centro del paese dove, dopo un centinaio di metri, scendiamo verso la vallata percorrendo un vecchio sentiero sulla sx, molto scosceso, tanto da portarci ad attraversare il fiume quota 465m. Da qui in poi sarà tutta gradevole salita su strada fino a 608m -3,6 km percorsi- dove si possono notare in lontananza i paesi di Vico nel Lazio, Guarcino, Trivigliano, Torre Cajetani e Fumone. Proseguiamo poi in leggera discesa su strada a mezza costa, fra lecci e abetaie e dominando la vallata di Alatri, fino ad arrivare alla contrada di Fontana Scurano -435m e 5,8km percorsi- dove prendendo la strada sulla sx reiniziamo a salire fino alla località denominata Torre Caravicchia -548m e 8,5km percorsi- che precede di qualche centinaio di metri la Fonte del Sambuco sempre ricca di flusso idrico. Ancora un abbondante chilometro su asfalto in discesa che sulla sx -450m e 9,840km percorsi- si apre il bivio che ci porterà presso la Badia di S. Sebastiano -10,3km percorsi- dove c’è anche un fontanile servito dalla sorgente ‘Servidè’ che troveremo più avanti, dopo qualche centinaio di metri su sentiero ormai, lasciandoci la suggestiva costruzione sulla dx prima e indietro poi. Inizia ora il tratto ‘più scomodo’ della tappa che ci costringerà in un paio di occasioni a saltare delle recinzioni in filo spinato –al km 11,4 e al km 12,1-, a fare attenzione alla segnaletica e a cercare di salire costantemente e leggermente fino ad arrivare, sempre su sentiero sassoso a mezza costa del monte Pizzuto, alla contrada di Valenzano di Veroli – 13,2km percorsi- dove incontreremo strada bianca prima e asfalto poi fino ad arrivare, in discreta salita verso le antenne ripetitori, alla Rocca di S. Leucio -675m e 15km percorsi- con annessa chiesetta molto antica e spartana. Qui c’è anche una fontanella e si approfitta della bellezza del posto e del panorama per fare pranzo.
Ora in discesa attraversiamo il bellissimo centro storico di Veroli fino ad arrivare in Piazza Vittorio Veneto prima e al capolinea delle autolinee Cotral poi dove termina la IV Tappa dopo 16,2km percorsi.

    Hai bisogno di informazioni? Siamo qui per te, riempi il form

    Quiz AntiSpam *
    * Utilizzando questo modulo accetto la Privacy Policy e acconsento alla memorizzazione e alla gestione dei miei dati
    Condividi su: