Site menu:

 

REGOLAMENTO SEZIONALE


Commissione Escursionismo

 

Articolo 1: Le escursioni sociali proposte hanno lo scopo principale di favorire e diffondere la pratica dell’escursionismo montano; esse vengono organizzate dalla Commissione Escursionismo che ne cura lo svolgimento per mezzo di accompagnatori, i quali operano volontariamente e gratuitamente.

 

Articolo 2: Annualmente la Commissione Escursionismo predispone un calendario delle escursioni sociali, selezionando le proposte presentate dai soci.

 

Articolo 3: Il responsabile dell’escursione si incarica di preparare una locandina contenente tutte le informazioni relative all’escursione proposta e di renderlo disponibile in sede, tali informazioni dovranno essere anticipatamente comunicate all’incaricato del Consiglio Direttivo Sezionale per l’invio alla mailing list e alla pubblicazione sul sito web sezionale.

 

Articolo 4: La partecipazione alle escursioni sociali è normalmente aperta a tutti coloro che lo desiderano. I non iscritti al CAI o soci non in regola con il tesseramento dell’anno in corso, possono partecipare solo attivando la copertura assicurativa con il pagamento della quota prevista per il periodo assicurato. I minorenni possono partecipare alle escursioni solo se autorizzati da chi esercita nei loro confronti la "potestà dei genitori" ed accompagnati da persona responsabile che si assume personalmente in proprio tutti i conseguenti rischi.

 

Articolo 5: L’iscrizione a ciascuna escursione sociale viene raccolta direttamente dal responsabile dell’escursione o da persona da lui delegata. Le iscrizioni si chiudono inderogabilmente entro il termine fissato dagli organizzatori o al raggiungimento del numero massimo dei partecipanti previsto. Altrimenti dovranno avvenire entro il venerdì precedente l’escursione. Nelle escursioni sociali dove viene richiesta una caparra, l’iscrizione è valida e da diritto alla partecipazione solo se accompagnata dal pagamento della caparra stabilita. Nel caso di impossibilità a partecipare all’escursione sociale dopo l'avvenuta iscrizione, la quota o la caparra versata sarà restituita solo se subentrerà un partecipante in lista di attesa. La quota versata verrà restituita nel caso l'escursione per cause di forza maggiore venga annullata.

 

Articolo 6: Il ritrovo per la partenza avviene con qualunque tempo, salva comunicazione contraria agli iscritti. È tassativo il massimo rispetto della puntualità degli orari di ritrovo. I ritardatari non avranno diritto ad alcun rimborso della quota presumibilmente pagata.

 

Articolo 7: Il rapporto che si instaura, durante le escursioni sociali, tra gli accompagnatori ed i partecipanti si configura nella fattispecie dello "accompagnamento volontario gratuito per spirito associativo, per amicizia o per mera cortesia; di tipo non qualificato e non professionale".

 

Articolo 8: La frequentazione della montagna è soggetta a pericoli che comportano rischi; gli organizzatori ed accompagnatori adottano misure di prudenza e di prevenzione, derivanti dalla normale esperienza, per contenere, in entità e probabilità, tali rischi durante lo svolgimento delle escursioni sociali, ma non assumono responsabilità alcuna al riguardo. Ogni partecipante è consapevole a priori dell’esistenza dei suddetti pericoli e, con la sua partecipazione all’escursione, assume personalmente in proprio tutti i conseguenti rischi, nonché le responsabilità per i danni che può arrecare, direttamente o indirettamente, ad altri.

 

Articolo 9: Gli organizzatori, a causa di condizioni atmosferiche avverse, potranno optare per una meta alternativa o sospendere l’escursione sociale. E' facoltà degli organizzatori ed accompagnatori di modificare programmi ed itinerari delle escursioni sociali, anche durante lo svolgimento delle stesse, per giustificato motivo e senza aumentare il grado di difficoltà del percorso. A tal proposito non sono consentite deviazioni dai percorsi programmati se non espressamente autorizzati dal responsabile dell’escursione sociale, il quale valuterà insindacabilmente l'opportunità di accedere o meno alla richiesta. Questa verrà accettata solo se gli interessati verranno considerati autosufficienti e in tal caso il responsabile dell’escursione verrà a tutti gli effetti sollevato da qualsiasi responsabilità. Il responsabile dell’escursione si riserva di non accettare alle escursioni, persone ritenute non idonee ovvero insufficientemente equipaggiate.

 

Articolo 10: Il partecipante dovrà uniformare la propria andatura alla comitiva, evitando le inutili fughe, che, sgranano Il gruppo e non consentono di fruire collettivamente delle soste. Eventuali sottogruppi per procedere in modo diverso dal gruppo, dovranno essere autorizzati dall’accompagnatore, il quale affida la guida degli stessi ad un Socio esperto scelto dall’accompagnatore dell’escursione o dal presidente (se presente)

 

Articolo 11: Non lasciare rifiuti nei luoghi di sosta o lungo il percorso, avere rispetto dell'ambiente e non abbandonare il sentiero.

 

Articolo 12: I partecipanti devono essere muniti di indumenti ed attrezzi completi, idonei ed efficienti, nonché idonei al tipo di escursione a cui partecipano, essendo l’equipaggiamento personale anche un importante fattore di sicurezza. Essi devono inoltre possedere un grado di preparazione adeguato all’escursione sociale in programma.

 

Articolo 13: Fermo quanto precisato dall’Articolo 7 del presente Regolamento, i partecipanti sono invitati a seguire diligentemente le indicazioni che vengono fornite loro, durante l’escursione sociale, dagli accompagnatori ed a collaborare con essi per la buona riuscita della medesima.

 

Articolo 14: Tutti, accompagnatori e partecipanti, devono tenere in ogni circostanza un comportamento civile corretto e coerente con i principi dell’etica alpinistica.

 

Articolo 15: L'iscrizione all'escursione sociale comporta l'accettazione incondizionata del presente regolamento e del programma di ogni singola escursione.

 

Articolo 16: Le escursioni sociali sono attività del CAI e perciò, oltre al presente Regolamento, sono subordinate anche agli Statuti e Regolamenti del CAI e delle singole sezioni.

 

Approvato dalla Commissione Escursionismo Sezionale il 6 ottobre 2011  Approvato dal Consiglio Direttivo il 19 ottobre 2011