Site menu:

 

LA TRACCIA 

La TRACCIA, infine, è l'insieme di punti che compongono il nostro percorso, vale a dire l'esatta indicazione del tragitto fatto.

Volendo fare un esempio riduttivo, proviamo ad immaginarci mentre da un punto A cerchiamo di andare ad uno B; mentre la rotta ci indica la direzione più breve per raggiungere B come se fossimo sulla superficie di un lago, la traccia è invece un po' come il seguire sulla neve fresca le orme di qualcuno che è passato prima di noi. Ne consegue, quindi, che avere a propria disposizione il tracciato GPS registrato da qualcuno che ha fatto il tragitto prima di noi vuol dire sapere esattamente dove costui è passato, e se magari ha incontrato degli ostacoli da aggirare. La condivisione dei propri tracciati è quindi uno dei vantaggi di questo strumento ed un utile materiale di scambio tra appassionati frequentatori della montagna.

Per fornire informazioni sempre più dettagliate sulla nostra posizione un dispositivo GPS deve integrare però anche una cartografia digitale accurata e, purtroppo, uno dei limiti di quella a nostra disposizione è quello di non indicare sempre i sentieri presenti in un dato ambiente montano. Un esempio lo abbiamo con la nota casa produttrice di navigatori Garmin: la mappa topografica per l'Italia, chiamata Land Navigator® Italia copre tutta la nostra penisola ma non riporta, ad esempio, i sentieri disponibili per raggiungere il monte Vettore; la sola eccezione è in questo caso un altro prodotto chiamato TREKmap ® Italia, che indica sul display del proprio Garmin i sentieri, l’idrografia, i rifugi, e tante altre informazioni di estrema importanza per un escursionista, ma essa è limitata al solo comprensorio del Garda e di buona parte delle Dolomiti.

Anche le stesse carte IGM, di proprietà dell'Istituto Geografico Militare ma a libera disposizione del pubblico, non riportano tali informazioni essendo carte topografiche e non escursionistiche.

Come coniugare allora la completezza di informazioni fornita dalla mappa escursionistica di uno specifico territorio come quello dei Monti Sibillini con la precisione del calcolo della nostra posizione e direzione fornita da un ricevitore GPS?

Come vedremo, le soluzioni qui proposte sono diverse e trovano massima espressione nella loro interazione ma per ognuna di esse il nostro pc assumerà sempre il ruolo di principale strumento di pianificazione e calcolo.

 

 


 Pag. 1 - 2 - 3 - 4    seguente / precedente

Si ringrazia   http://www.trekkingmontiazzurri.com